Caduta dei capelli

Perché cadono i capelli?

Nel corso del loro ciclo vitale i capelli attraversano tre diverse  fasi.

Fase anagen: fase di nascita e crescita del capello. In questa fase la matrice del capello produce le cellule che costituiscono il capello: quest’ultimo crescendo in lunghezza, risalirà all’interno delle pareti del follicolo fino ad “emergere” dal cuoio capelluto così da rendersi visibile. Questa fase dura da tre a cinque anni e nelle donne spesso fino a sette anni. Questo spiega perché alcune donne possono avere capelli molto lunghi (un centimetro al mese per sette anni significa più di ottanta centimetri!).
Una capigliatura sana è costituita per l’82-90% dei casi da capelli in questa fase.ciclo-di-vita-crescita-capelli-anagen-catagen-telogen

Fase catagen: è la fase di “riposo” del follicolo. Le cellule del capello non si riproducono per circa due settimane, il capello non cresce ma neanche cade.
In condizioni normali, circa l’1% dei capelli di un individuo è in questa fase.

Fase telogen: in questa fase si interrompe ogni attività produttiva delle cellule del capello. Il capello in questa fase viene trattenuto sul cuoio capelluto unicamente dalle pareti del follicolo e prima di cadere potrebbero trascorrere anche 4 mesi.
Nella fase telogen si trova sempre almeno il 10-18% dei capelli presenti su un cuoio capelluto sano.

Le stagioni

Durante l’ anno, specialmente nei cambi stagionali (autunno-primavera) la caduta dei capelli spesso aumenta: l’uomo infatti, appartenendo alla categoria dei mammiferi pelosi, conserva una forma ridotta di “muta”.
Tra aprile-maggio e settembre-novembre alcuni ormoni, stimolati dalle ore di luce, attivano un processo più intenso di caduta dovuto a “sincronizzazione” delle fasi di crescita. Questo è un fatto fisiologico che non causa calvizie.

Lo stress 

Alcuni stati emotivi alterati, soprattutto se prolungati, possono provocare un aumento anche molto pronunciato di caduta di capelli. Diverse possono essere le cause: shock emotivi, periodi di super-attività, stati di affaticamento associati ad una alimentazione non corretta, malattie debilitanti.
Dove possibile si dovrebbe intervenire per abbassare il livello di stress: l’eccessiva caduta dei capelli deve rientrare in condizioni di normalità prima che venga compromessa in modo grave l’attività del bulbo pilifero.

L’alopecia

L’ alopecia è una patologia vera e propria che provoca sia un peggioramento della qualità (colore, spessore) della capigliatura che  una riduzione della quantità di capelli di un individuo.
Le alopecie più diffuse sono:

  • defluvium telogenico o telogen effluvium
  • alopecia areata
  • alopecia da trazione 
  • alopecia cicatriziale
  • alopecia androgenetica
PRENOTA ORA

Questo sito utilizza cookie tecnici necessari per il funzionamento del sito stesso, per fornire le funzioni dei social network e per analizzare il nostro traffico.
I dati potranno essere resi noti ai nostri incaricati come a società partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media.
Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso del cookie.
Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi