Posts Taggati ‘cicatrici’

Il Lipofilling: la chirurgia estetica e il grasso

Scritto da Trilabit on . Postato in Chirurgia estetica, News

Fin dal 1990 la chirurgia estetica ha cominciato a perfezionare le tecniche per l’autotrapianto di grasso, ma è negli ultimi 10-15 anni che il lipofilling ha avuto grande diffusione.

La tecnica si conferma essere sempre più apprezzata dai pazienti italiani (+20% nel 2014) diventando il quarto intervento più praticato dopo liposuzione, aumento del seno e blefaroplastica.
(indagine Aicpe, marzo 2015)

A beautiful young woman standing naked against a white background covering her breasts

Con l’invecchiamento alcune zone del viso possono svuotarsi. Invece di utilizzare i filler, sempre più pazienti prediligono ripristinare il volume di queste zone con il proprio grasso.
La tecnica di innesto di grasso autologo consente di rimodellare i volumi di viso, seno e corpo prelevando le cellule adipose del paziente e re-iniettandole nelle zone riceventi.
Il riposizionamento delle masse di grasso ha annullato per molte persone i rischi di rigetto o intolleranza legato a filler e protesi.

Gli utilizzi del trapianto di grasso sono molteplici. Attraverso la tecnica di lipofilling si può intervenire sul seno sia per aumentarne il volume, sia per correggere asimmetrie oppure, in combinazione con un intervento di mastoplastica additiva, per perfezionare il risultato. È utilizzato anche nel corpo, per correggere lievi difetti, depressioni o esiti di cicatrici.

In un solo intervento si può rimodellare la silhouette togliendo il grasso là dove ce n’è troppo (ad esempio pancia e fianchi) per poi iniettarlo dove ce n’è bisogno.

lipofillingI vantaggi, rispetto ad altre tecniche che prevedono l’impianto di protesi o l’utilizzo di materiali iniettabili come filler, sono diversi: il materiale utilizzato è autologo, quindi non presenta rischi di rigetto.
Inoltre il grasso trapiantato contiene una percentuale di cellule staminali, che rivitalizzano i tessuti con un effetto di ringiovanimento visibile. Dopo l’intervento si apprezza infatti un visibile miglioramento della qualità della pelle.

L’intervento è poco traumatico, si opera con sottili cannule (micro cannule) collegate a siringhe: si effettua così un’aspirazione a bassa pressione. Il grasso più viene traumatizzato e meno attecchisce: per questo occorre operare il più delicatamente possibile. Dopo l’aspirazione il materiale verrà filtrato in modo tale da separare le cellule adipose vitali ed integre da quelle danneggiate e dai loro sottoprodotti. Successivamente le cellule ottenute saranno pronte per essere innestate nella sede ricevente in piccole quantità  e a diretto contatto con tessuti ben vascolarizzati.

Il grasso iniettato verrà in parte riassorbito dall’organismo. La percentuale di riassorbimento, variabile da soggetto a soggetto, viene in parte limitata, rispetto al passato, dall’utilizzo di cannule sottili e di varie forme.

La durata di un intervento di lipofilling di solito è compresa fra i trenta minuti e le due ore, in funzione dell’estensione e del numero delle zone da trattare.
I tempi di recupero sono rapidi, è bene comunque tenere presente che per mantenere e rinnovare gli effetti del lipofilling sarà necessario ripetere il trattamento.

Prenota una consulenza ora

Questo sito utilizza cookie tecnici necessari per il funzionamento del sito stesso, per fornire le funzioni dei social network e per analizzare il nostro traffico.
I dati potranno essere resi noti ai nostri incaricati come a società partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso del cookie.
Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi